Giorgio Quattrini
shadow

1. Sei soddisfatto di aver intrapreso questo lavoro?
Si soddisfatto! Dopo i timori e le incertezze iniziali ho cercato e trovato la mia strada che, al momento, mi sta molto gratificando.

2. Quali sono le cose apprezzi di piu’ e che ti hanno spinto ad iniziare?
Apprezzo l’autonomia e la possibilità di gestirsi il tempo in base alle proprie esigenze, non dovendo render conto ad un superiore, ma solo ai clienti.
Ho iniziato in quanto ho trovato intrigante il connubio viaggi-internet e ho deciso, pur fra mille dubbi, di percorrere questa strada, consapevole del fatto che, come in tutte le cose, mi sarei messo in gioco e impegnato fino in fondo, non foss’altro per non dovermi rimproverare un giorno di aver fallito per negligenza o per sufficienza.

3. Come funziona la tua giornata tipo?

Dedico abbastanza tempo a questo lavoro, in quanto  riesco a gestire bene gli altri impegni che ho. Verso le 9:00 apro l'”ufficio” e tutte le pagine web che potrebbero servirmi nell’arco della giornata, in modo da averle già pronte per la consultazione, senza grosse dipersioni di tempo; indi comincio ad essere operativo: controllo la posta, dando logicamente la priorità alle richieste preventivo (ho capito che la celerità e l’efficienza pagano), poi, in ordine sparso: mi aggiorno e tengo monitorata la situazione dei vari T.O. religiosi in cerca di offerte o nuovi pacchetti che mi possano interessare; creo le schede da inserire nel portale; tengo constantemente i contatti, via skype, via mail o via telefono, con i numerosi promotori che vendono il prodotto pellegrinaggi; investo non infrequentemente del tempo nella ricerca di una migliore “organizzazione aziendale” (altra cosa che secondo me paga) e svariate altre cose che, per non essere prolisso, non sto qui ad elencare.….anche perché al momento non mi vengono in mente :o)

4. Qual è una delle tue grandi soddisfazioni da quando hai iniziato a lavorare in ET?

… Quando Luca (n.d.r. Baldisserotto) mi ha proposto, senza che gli avessi mai accennato niente, di realizzare il portale Viaggi Religiosi: a volte non serve chiedere le cose, basta l’impegno per ottenerle. Indubbiamente altro grande motivo di orgoglio sono i lusinghieri risultati che sta ottenendo il portale.

5. Qual è la risorsa che consideri più utile all’interno del programma di formazione e affiancamento proposto da ET?
La preparazione, la capacità di comunicare, l’umanità e l’umiltà dei formatori.

6. Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Continuare a crescere, a studiare, a conoscere a fondo il prodotto che tratto per poter ottenere risultati costantemente in crescendo.

7. Quali suggerimenti ti sentiresti di dare a chi vuole iniziare?

La prima raccomandazione che mi sento di fare è di non abbattersi se non si vedono subito i risultati, altrimenti si è già perso in partenza: credo sia l’errore in cui si incorre più facilmente. Bisogna insistere, essere tenaci e motivati, documentarsi, aggiornarsi, perfezionarsi, ma soprattutto, secondo me (e puntualizzo secondo me), specializzarsi in un tema o destinazione specifici.