Vietnam: lo sguardo di Federica Biondi per la prima volta in questo paese.

Quando ho deciso di andare in Vietnam la prima volta non sapevo cosa aspettarmi. Un paese nuovo, sconosciuto del quale avevo letto alcune cose e visto alcune immagini, ma… non è la stessa cosa.
Avevo già visto la Birmania, l’ India, il Nepal, ma… potevano avere qualche similitudine?

Ho atteso a lungo la partenza da Roma Fiumicino ed ancor più l’arrivo ad Hanoi. Arriva il giorno della partenza e finalmente, dopo lo scalo a Bangkok, si arriva ad Hanoi. Il tragitto dall’aeroporto all’hotel mi ha mostrato già una prima immagine di questa città: animatissima, vivace, colorata! Le strade di Hanoi sono perennemente movimentate non tanto dalle auto quanto da moto e motorini. È impossibile attraversare la strada, o meglio, sembrava impossibile, ma poi ho imparato!

Nessuno si ferma, ma tutti ti evitano. Bisogna avere coraggio e buttarsi nell’attraversamento; farlo in modo deciso e senza esitazioni: tutti, auto, moto, motorini modificano in modo ordinato la loro traiettoria, senza fermarsi, ma evitando in modo oculato ed attendo i pedoni! La bellezza dei vicoletti del centro di Hanoi si può ammirare soltanto percorrendoli a piedi la mattina al risveglio oppure la sera per coglierne il massimo della vitalità. Non si possono perdere alcuni luoghi di grande interesse come il mausoleo di Ho Chi Min o la Pagoda su un solo pilastro.

Ma dopo aver scoperto la capitale del Vietnam, l’attesa e la curiosità si impossessano nuovamente di me fino alla tappa successiva del mio viaggio; quella tappa, che è sempre descritta sui libri o raccontata nei documentari, come un luogo misterioso e suggestivo: la Baia di Halong. Drago che emerge dalle acque: questo è il significato letterale. Sì, perché le circa 3000 isole che sbucano fuori dalle acque color smeraldo sembrano proprio la criniera di un drago.

Quando arrivo rimango affascinata da questo spettacolo della natura! Salgo sulla giunca, l’ imbarcazione di legno con la quale attraverserò la baia e sulla quale trascorrerò la notte. Salvo verso l’ ora di pranzo quando il sole è ancora alto per aver modo di ammirare il paesaggio con tutte le tonalità cromatiche: il tramonto dipinge di arancio e rosa questa bellezza della natura, fornendo una stupenda cornice alle mie foto. Cala la notte ed il tutto diventa ancor più suggestivo; il mattino seguente l’ alba fornisce altre inquadrature da sogno.

La Baia di Halong e le 30 ore trascorse nelle sue acque hanno lasciato un ricordo indelebile nella mia mente così come hanno impresso delle immagini uniche nella mia macchina fotografica.

Le tappe successive di quel viaggio sono state interessanti, ma emotivamente meno coinvolgenti: Huè, l’ antica capitale del Vietnam è una città che mantiene numerose testimonianze del suo glorioso passato e la navigazione sul Fiume dei Profumi è indubbiamente una piacevole esperienza. Da Huè ho raggiunto Hoian una cittadina piccola, ma molto affascinante. Le sue strade acciottolate ed le sue vecchie abitazioni, oggi ristrutturate ed adibite a locali, ristoranti e negozi chic gli conferiscono un’aria piacevole, dove trascorrere due giorni i mesi nella realtà vietnamita, a contatto con la popolazione e con le sue attività. Passeggiare lungo il fiume, gironzolare per i mercati, noleggiare una bici, ammirare i numerosissimi negozi di lanterne colorate (tipica produzione di Hoian) rendono il soggiorno in questa cittadina, come una delle esperienze più piacevoli del viaggio.

Il viaggio termina al sud, nella capitale economica e commerciale del Vietnam: Ho Chi Min City ovvero Saigon. Metropoli moderna, caotica, vivace, animata a tutte le ore del giorno e della notte. Ristoranti, bar, pub, discopub rappresentano il riscatto di questo paese, uscito solo da qualche anno da guerre che lo hanno pesantemente insanguinato, che vuole prepotentemente entrare nel mondo moderno, non rinnegando assolutamente le sue origini.

Un viaggio tra passato e futuro, tra storia e natura, tra persone e tradizioni: un viaggio in Vietnam non lascia indifferenti; un viaggio in Vietnam si ricorda, si racconta e si ripete!

Volete viaggiare insieme a me?
Da Hanoi ad Ho Chi Min City
oppure se volete esplorare l’intero paese ed anche il Delta del Mekong leggete questi itinerari e guardate le foto che ho scattato per iniziare a sognare 🙂

Federica Biondi, Consulente di viaggi online Evolution Travel

Baia di Halong, Vietnam
shadow
Le lanterne di Hoian, Vietnam
shadow
/ Idee di Viaggio / Tags:

Condividi questo Articolo