Le isole di Capo Verde

Un grappolo di isole di origine vulcanica disposte a semicerchio nell’Oceano Atlantico: questo è l’arcipelago di Capo Verde, estrema propaggine occidentale del Continente africano a poco più 500 km dalle coste senegalesi.
Capo Verde gode di un clima eccezionale, è sempre estate!
Non c’è umidità e le temperature oscillano tutto l’anno tra i 24 e i 30 gradi. Il caldo è secco e piacevolmente ventilato. Durante i mesi di Agosto e Settembre si verificano le uniche piogge dell’anno, quindi, per una vacanza sconsiglierei questi due mesi. I periodi migliori sono: ottobre-dicembre e poi da marzo a luglio.
Per un soggiorno di 7 notti, è  possibile al massimo visitare “velocemente” due isole. I trasporti tra le varie isole sono ancora  inaffidabili, non sempre rispettano gli orari e spesso non partono proprio. Ci vogliono almeno due/tre settimane per riuscire a vedere bene almeno due o tre isole, quelle che si trovano più vicine tra loro. Le strutture ricettive sono tante e varie: comodi resort, tranquille pousadas, appartamenti e piccole ville per chi ama la libertà anche in vacanza!

Le isole sono 10, una diversa dall’altra, tutte di origine vulcanica e divise in due gruppi: quelle di Sopravento – Sal, Boavista, San Nicolao, Santa Luzia ( disabitata), Sao Vicente, Santo Antao – e quelle di Sottovento – Maio, Santiago, Fogo e Brava.

Vorrei condividere con voi le piccole curiosità riguardanti le isole più facilmente raggiungibili…almeno per ora!

Tra le più amate dai turisti italiani, l’isola di Sal offre un mare azzurro e tante occasioni per fare sport acquatici; con il suo vento teso e costante è diventata meta preferita dagli amanti del windsurf e del kitesurf; molto famosa la spiaggia di Santa Maria. Per gli appassionati di immersioni il punto più bello è la Grotta di Buracona, mentre per provare l’emozione di galleggiare nell’acqua ad alta concentrazione salina, si può fare il bagno nel cratere spento di Pedra de Lume. Grazie all’aeroporto internazionale Amilcar Cabral, l’isola di Sal è la principale porta d’ingresso nell’arcipelago e di conseguenza la più frequentata dai turisti.
Nella seconda metà di settembre, si può  godere della festa più importante dell’isola, il Festival di Musica di Santa Maria; la vivacissima rassegna, nota a livello internazionale, si svolge sulla spiaggia dell’omonimo villaggio.

A circa 15 minuti di volo da Sal, troviamo Boa Vista, servita dall’ aereoporto internazionale di Rabil, che sta contribuendo non poco al suo sviluppo turistico. A 8 km da Rabil troviamo Sal Rei, la città principale di Boa Vista che vi accoglierà con le sue case basse color pastello e il sorriso magico dei suoi abitanti!  Nelle vicinanze di Sal Rei si trovano delle belle spiagge, tutte da esplorare con attenzione: Ponta do Sol, Praia Cruz fino a Costa de Boa Esperança. Al sud si trovano le spiagge più belle dell’isola: Praia de Carlota e il tratto più spettacolare di Praia de Chaves, quello bordato da dune di sabbia modellate dal vento. Qui con buona fortuna è possibile osservare le tartarughe che fanno capolino tra le onde!

In virtù del suo ambiente desertico, privo di vegetazione, battuto dall’instancabile soffio degli alisei, Boavista è l’isola adatta agli amanti degli sport acquatici, come windsurf, kite surf e l’inossidabile surf, che qui possono provare il brivido di trovarsi in un ambiente ancora incontaminato.
Evento da non perdere giunto alla 14° edizione: dal 06 al 07 dicembre 2014 la Boavista Maratona Ultratrail, la competizione internazionale di 150 km dedicata agli amanti dell´estremo.
Santo Antao è quella posta più a nord e la seconda per dimensioni; ciò che la caratterizza è la straordinaria varietà del paesaggio che comprende sia altipiani fertilissimi sia spiagge vulcaniche. E’ l’isola per gli amanti del trekking, che possono arrivare qui via mare da Sao Vicente. Tra i sapori genuini da non perdere il “grogue”, liquore locale prodotto in grande quantità grazie alle numerose piantagioni di canna da zucchero.

Raggiungibile in volo da Sal, l’isola di Sao Vicente è la più vivace dell’arcipelago e detiene il glorioso primato di centro culturale capoverdiano. Il centro principale è Mindelo, in stile coloniale ed affacciata su una baia: la città , suggestiva di giorno ed animata di notte,  concentra al suo interno le migliori energie artistiche del paese (qui è nata la nota cantante Cesaria Evora) ed offre al turista soggiorni al ritmo costante della musica e dei balli tradizionali.  Il Carnevale di Mindelo è certamente l’evento più frenetico e colorato di tutto l’arcipelago Capoverdiano: gli eventi carnevaleschi si susseguono fino alla sfilata principale si tiene il Martedì Grasso detta anche “Tersa-feira Gorda” .
Succede un po’ di tutto nel primo fine settimana di luna piena del mese di Agosto durante il quale si tiene il Festival di Baia das Gatas, spiaggia rinomata di Sao Vicente: le esibizioni musicali dei numerosi gruppi locali e internazionali si alternano durante la kermesse con corse di cavalli e balli sulla spiaggia.
Nel mese di Settembre il Festival di Teatro di Mindelo denominato Mindelact, Festival di Teatro di Mindelo, che seppur di recente origine è ormai un importante appuntamento per attori africani e non.

Rraggiungibile in volo da Sal, l’isola di Fogo è unica e surreale: il paesaggio straordinario in cui si erge la maestosa figura del vulcano, circa 2800 metri sul livello del mare, è un invito per le escursioni a piedi o in bicicletta; la spiaggia di sabbia nera, particolarità di Fogo, offre uno spettacolo indimenticabile!
La città di São Filipe, situata a pochi chilometri di distanza dall’aeroporto, affascina con i suoi colori vivaci, gli edifici in stile coloniale, eredità portoghese. Godere di alcuni prodotti locali come il formaggio e il caffè di Fogo e provare la deliziosa marmellata di Papaya e, naturalmente, un buon bicchiere del famoso vino di Fogo sono esperienze assolutamente da non perdere, come salire fino al principale cratere Cha Das Caldeiras
Tra l’ultima settimana di aprile e il 1° maggio consigliamo di partecipare a una delle manifestazioni culturali più belle dell’Arcipelago: la Festa della Bandeira di S.Felipe , con corse di cavalli, balli, messe e processioni.

Situata nella parte nord dell’arcipelago Sao Nicolau è divisa in due contee, Ribeira Brava e Tarrafal de São Nicolau.
Nel passato ha avuto un’attività vulcanica molto attiva che ha scolpito la forma attuale del isola. E’ l’isola più verde dell’arcipelago!
Negli anni è stato il centro degli intellettuali di Capo Verde: si considera la culla del movimento letterario “Claridade” che costituisce un riferimento per la letteratura capoverdiana.
La spiaggia di origine vulcanica di Tarrafal è situata sulla costa sud occidentale dell’isola ed è particolarmente ricercata per le proprietà della sua sabbia, indicata per chi soffre di artrite; spesso è proprio la gente del luogo ad applicare la sabbia nera, calda e ricca di iodio.
Il Carnevale dell’Isola di San Nicolau ha origini lontane come quelle del Carnevale di Mindelo ed è certamente il secondo  per importanza di tutto l’arcipelago Capoverdiano:  le sfilate che anche qui ricordano vagamente lo stile del carnevale Brasiliano e terminano con la scintillante sfilata del Martedì Grasso.

Isola maggiore dell’arcipelago per dimensioni e popolazione, Santiago è anche il centro politico e amministrativo di Capo Verde dato che ospita la capitale Praia. Al turista che la raggiunge si offre con un paesaggio variegato, fatto di rilievi montuosi e valli profonde alternati a coste frastagliate e spiagge bianchissime; chi soggiorna nell’isola non mancherà poi di notare i tratti tipicamente africani degli abitanti locali sia nelle tradizioni e che nei pittoreschi mercati.
Anche a Santiago sono numerose le spiagge bianche dove concedersi bagni indimenticabili: sulla costa orientale si segnala la bella spiaggia di Sao Francisco.

Scopri con noi tutte le nostre offerte !

Laura LombardiConsulente di viaggi online Evolution Travel

Boavista
shadow
Spiaggia di Santa Maria, Isola di Sal
shadow
/ Idee di Viaggio / Tags:

Condividi questo Articolo