Statua della Libertà: conosci il vero nome e altre curiosità?

Sai che la Statua della Libertà in realtà ha un altro nome? E che il suo colore originario non è il verde? Scopri tante simpatiche curiosità su uno dei simboli più famosi degli Stati Uniti d’America!

 

Tramonto sulla Statua della Libertà

 

L’hai vista mille volte: il suo  volto e le sue vesti spiccano in documentari, giornali, tg, film, foto, video online, addirittura sui pacchetti di una nota marca di chewing gum.

La Statua della Libertà fa parte dell’immaginario collettivo ed è uno dei simboli più potenti e riconoscibili non solo di New York ma degli Stati Uniti d’America. Eppure di parchi e attrazioni gli USA sono zeppi… ma il fascino di questa importante signora resta immutato e sempre in cima alla lista dei desideri di scoperta dei viaggiatori!

E’ lei che per decenni ha dato il benvenuto ai migranti in arrivo via mare; è lei uno dei primi monumenti che, con lo sguardo, si cerca guardando dal finestrino dell’aereo mentre si plana sulla Grande Mela.

Tutti pensano di conoscerla eppure non tutti sanno che il suo nome, in origine, non era né “Statua della Libertà”, né “Lady Liberty”.
Ci sono anche altre informazioni e curiosità che siamo pronti a svelare, in vista del tuo prossimo viaggio a New York!

 

La storia e il suo nome

17 giugno 1885: questa è una data molto importante. In questa giornata la statua è arrivata nella Grande Mela, sebbene non tutta intera.
E’ infatti stata recapitata all’interno di più di 200 casse. Un “puzzle” da 300 pezzi che, una volta assemblato, ha svelato il suo aspetto.

Si tratta di un dono dell’allora governo francese per il popolo americano, per festeggiare il primo centenario dell’indipendenza dagli inglesi.

Il suo vero nome è “La Liberté éclairant le monde” (in italiano “La Libertà illumina il mondo, in americano “Liberty Enlightening the World”) ma nel tempo, per brevità, l’accezione più comune è diventata “Statua della Libertà”.
A curare il progetto di costruzione Gustave Eiffel e Frederic Auguste Bartholdi.

 

Le dimensioni

Un capolavoro di ingegneria, misto ad arte: se Eiffel ne ha studiato lo scheletro, Bartholdi ha sognato i lineamenti, ispirandosi al volto di sua madre.

Ma quanto è grande la Statua della Libertà? Molti la immaginano più imponente di quel che in effetti è.
Invece – dal vivo – sembra quasi piccola, rispetto allo skyline tracciato dai ben più alti grattacieli di New York.

Ecco un po’ di numeri, per rendere l’idea: Lady Liberty è alta 46,84 metri ma, compreso il piedistallo, svetta a 93 metri complessivi.
La testa è lunga (in verticale) 5,26 metri, mentre in larghezza è 3,05 metri.
I sandali sono lunghi più di 7 metri, la mano 5 metri, l’indice più in evidenza è di 2,33 metri.
E i piedi? Benché non si vedano, ci sono e schiacciano una catena.

 

Il suo colore e il materiale

Le sorprese non finiscono qui: probabilmente ben poche persone sanno che il colore della Statua della Libertà non è il verde.
In realtà, in origine era marrone poichè realizzata in rame.

Le intemperie ma soprattutto la salsedine ne hanno modificato le sfumature per effetto dell’ossidazione.
Quindi il colore che possiamo ammirare oggi non è quello che guardavano gli abitanti di New York e chi arrivava nella baia, all’inizio del secolo scorso.

 

Lo skyline di New York alle spalle della Statua della Libertà

Lo skyline di New York alle spalle della Statua della Libertà

 

Vuoi guardare la Statua della Libertà da vicino?

Non perdere l’occasione per visitare Lady Liberty: puoi raggiungere l’isola sulla quale svetta e puoi salire fino in cima, all’interno della sua corona.

Inserisci questa escursione nel corso del tuo viaggio a New York: lascia che a consigliarti tappe e attrazioni imperdibili siano i Consulenti di viaggio esperti in Stati Uniti!
Non te ne pentirai e ti godrai un viaggio senza pensieri.

Come fare?
Lascia i tuoi dati qui in basso!

 

Redazione Evolution Travel

 

Vuoi essere contattato, senza impegno, da un Consulente Evolution Travel per ricevere un’offerta personalizzata? Compila ora il modulo qui sotto!

 

/ Idee di Viaggio / Tags: ,

Condividi questo Articolo