Vietato scalare Ayers Rock dal 2019!

Annuncio importante se sogni di poter scalare Ayers Rock in Australia: nel 2019 scatterà il divieto assoluto di praticare questa attività qui! Tutto regolare invece per i percorsi di visita: scopri insieme a noi cosa ti aspetta al cospetto di Uluru.

 

Ayers Rock, Australia

 

Fra le attrazioni più importanti dell’Australia, Ayers Rock merita un posto d’onore.
Stiamo parlando del monolite rosso che campeggia in locandine, foto e immagini inconiche di questa terra sconfinata.

Di fatto, è il monolite più grande del mondo e quel che si può osservare dall’esterno non è che una piccola parte di sé.
Quanto visibile, infatti, raggiunge i 350 metri di altezza ma negli abissi della terra, al di sotto, il blocco di roccia arenaria si sviluppa per altri 7 chilometri in profondità: “imponente” è una parola persino riduttiva.

Gli aborigeni ritengono che Uluru – questo è il modo in cui lo chiamano – sia un luogo sacro e per decenni hanno lottato – a colpi di battaglie legali – per evitare che il turismo potesse profanare alcuni posti in particolare.

Benchè Ayers Rock appaia come uniforme, quasi liscio, in realtà è ricco di caverne, insenature, corsi d’acqua, disegni rupestri e continue scoperte e sorprese.

Non a tutti i luoghi, per gli aborigeni, si può avere accesso e visione, se non si è un abitante originario di queste terre.
Per questa ragione, è possibile scattare foto solo ad una parte di Ayers Rock.

 

Fine delle arrampicate: è legge

Da decenni, escursionisti di tutto il mondo sognano di scalare Ayers Rock: negli anni 90 era un’attività praticamente all’ordine del giorno, malgrado le preghiere degli aborigeni di evitare.
Per quale ragione? Un cartello posto al cospetto di Uluru spiega che “Ciò che i turisti chiamano scalata è la strada che i nostri avi seguirono per il giorno della creazione. Ha un grande significato spirituale“.

Inoltre vengono elencati i pericoli nei quali si può incorrere: dallo scivolare, al cadere, fino al rischio insolazione e attacco cardiaco (date le condizioni estreme e non alla portata di tutti).
C’è chi, nel corso degli anni, ha raggiunto la cima ma poi non ha saputo ritornare giù (attivando la macchina dei soccorsi); chi è si è gravemente ferito; chi è morto.

 

Negli anni 2000 gli aborigeni hanno molto lavorato per dissuadere i visitatori dall’arrampicarsi, ottenendo in effetti una nettà riduzione di persone che si sono avventurate in cima.

 

Infine, è arrivato un provvedimento ufficiale che ha riconosciuto Ayers Rock quale luogo sacro. Dunque, a partire dal prossimo 26 ottobre 2019, nessuno potrà più scalare Uluru.

 

“Continueremo ad accogliere i turisti”, fanno sapere gli aborigeni. E così sarà di certo, anche perché un viaggio in Australia senza vedere Ayers Rock non è contemplabile.

 

Uluru - Ayers Rock

Dunque, prepara la tua macchina fotografica e sii pronto ad emozionarti davanti alle sfumature di questo monolite.
Probabilmente stai pensando al rosso… Sì, lo è in prevalenza, essendo ricco di ferro che, per effetto dell’ossidazione, dona questo colore alla roccia.
In realtà, al muoversi del sole, Uluru sorprende con effetti cromatici vibranti e multicolor!

 

Sei pronto ad ammirare una delle opere della natura più maestose del mondo?
Inserisci un’escusione ad Ayers Rock nel tuo viaggio in Australia!

Non perdere tempo nel cercare informazioni e nello studiare itinerari in questa terra sconfinata: lascia che a seguirti sia un Consulente di viaggi che conosce l’Australia come le sue tasche.
Farà il massimo per concretizzare il tuo sogno australiano.

Inserisci qui in basso i tuoi dati e le tue richieste!

 

Redazione Evolution Travel

 

Vuoi essere contattato, senza impegno, da un Consulente Evolution Travel per ricevere un’offerta personalizzata? Compila ora il modulo qui sotto!

 

/ Idee di Viaggio / Tags: ,

Condividi questo Articolo