5+1 Imperdibili itinerari letterari a Dublino

Partiamo da un dato: lo sapevi che l’Irlanda vanta ben quattro premi Nobel per la letteratura? George Bernard Shaw, William Butler Yeats, Samuel Beckett e Seamus Heaney, sono infatti nati proprio qui!
Insieme a Chiara Porrati, consulente di riferimento di Evolution Travel per l’Irlanda, abbiamo selezionato alcune imperdibili mete letterarie da visitare a Dublino.
Passeggia lungo i romantici canali, perditi nelle piazze georgiane, entra nei pub, curiosa nelle librerie: ogni angolo a Dublino ha una storia da raccontare… ed è già stata scritta.

Il patrimonio UNESCO di Dublino? Gli scrittori!

Non a caso anche l’UNESCO nel 2010 ha riconosciuto l’enorme valore di questo lascito culturale designando
Dublino come Città della Letteratura. Tra i suoi famosissimi scrittori troviamo: Oscar Wilde, Bram Stoker, James Joyce, George Bernard Shaw, W.B. Yeats, Samuel Beckett e Seamus Heaney.
Passeggiando per la città puoi incontrare James Joyce e i personaggi dei suoi libri un po’ ovunque, ma puoi anche imbatterti in Bram Stoker nel castello dove lavorò prima di scrivere Dracula, oppure sorseggiare un bicchiere di Guinness nei pub frequentati da Brendan Behan e Flann O’Brien.

  1. Dublin Writers Museum

Questo museo, ospitato in uno storico edificio georgiano a Nord del centro, celebra numerosi protagonisti della letteratura irlandese tra mostre, esposizioni ed innumerevoli cimeli di pregio. Una visita che ti solleverà tantissime curiosità tra racconti di vite incredibili e opere rivoluzionarie.
La curiosità: al Dublin Writers Museum è conservata la prima edizione di Dracula di Bram Stoker.

  1. Abbey Theatre

L’Abbey Theatre è molto più di un semplice teatro: è il cuore pulsante dell’attività culturale di Dublino. Qui infatti viene dato spazio a scrittori esordienti e produzioni contemporanee, ma anche ai grandi classici come come W.B.Yeats, J.M. Synge, Sean O’Casey, Brendan Behan e Samuel Beckett.
La curiosità: il teatro ospita anche il Peacock Theatre, una sala più piccola dedicata al teatro sperimentale e alla poesia.

Chester Beatty Library

  1. Chester Beatty Library

Oltre 6.000 oggetti dall’Asia e dall’ovest, le più antiche copie note dei quattro vangeli, una raccolta formidabile di manoscritti rari. Sono qui conservati infatti papiri risalenti all’antico Egitto, corani medievali ed altre testimonianze provenienti da diverse religioni.
La curiosità: nonostante un patrimonio librario di inestimabile valore, l’ingresso è completamente gratuito (anche se consigliamo una donazione all’ingresso).

  1. Pub letterari

I pub della capitale irlandese sono legati a doppio filo con la letteratura, avendo dato ispirazione, ma anche curato ferite, di grandiose opere (e dei loro scrittori). Niente distrazioni di musica, tv o slot machine: l’unico scopo nei pub di Dublino è parlare… e bersi una birra, certo.
Una curiosità: anzi tre consigli, il Davy Byrne’s, iconico pub reso famoso da Joyce nel suo Ulysse, il Neary’s, uno dei pub preferiti da Brendan Behan e Flann O’Brien, e il Toner’s l’unico pub di Dublino per WB Yeats.

  1. James Joyce Centre

Una vera e propria meta di pellegrinaggio per tutti gli appassionati dello scrittore irlandese per eccellenza: James Joyce. Parti dall’ultimo piano e scendi dalla camera da letto di Joyce attraverso tutta la sua vita. “Quando morirò Dublino sarà scritta nel mio cuore” diceva Joyce, ma forse non sapeva che anche lui sarebbe stato scritto nel cuore della città.
La curiosità: ecco il nostro +1! La celebre Sweeny’s Pharmacy, dove si recò Leopold Bloom a prendere la medicina per la moglie, esiste ed è ancora esattamente come la descrive Joyce nell’Ulysse. Si trova a Lincoln Place e merita una visita.

Redazione Evolution Travel

Vuoi essere contattato, senza impegno, da un Consulente Evolution Travel per ricevere un’offerta personalizzata? Compila ora il modulo qui sotto!

 

/ Idee di Viaggio

Condividi questo Articolo