Sud Africa tra balene squali e leoni

Quale paese riesce ad unire i mitici big five terrestri (leone, rinoceronte, leopardo, bufalo, elefante) ai due big marini (balena e squalo bianco)? Questo paradiso è il Sud Africa.

Come ogni anno le coste sudafricane stanno per essere abitate dalle maestose balene franche australi che trascorrono i mesi da maggio-giugno a novembre nelle acque della “nazione arcobaleno” durante il periodo della riproduzione. Tale fenomeno è visibile anche nei pressi di Cape Town, infatti dal Capo di Buona Speranza, ci sono ottime possibilità di avvistamento.

Per chi invece vuole essere quasi certo di osservare questi giganti marini, può spostarsi di poco raggiungendo la località di Hermanus, la capitale delle Balene. Con un altro breve salto si arriva a Gansbaai, la cittadina degli squali bianchi. Dal piccolo porto ogni giorno salpano le imbarcazioni che portano gli intrepidi turisti all’immersione in gabbia, dove le fauci dello squalo sfiorano il metallo rendendo quest’attività, adrenalina pura. Lontano dalle inquiete acque oceaniche, le tranquille, almeno all’apparenza, savane, nascondono altri affilati denti.

Leoni, ghepardi e leopardi nella quiete notturna, con solo la luna e le stelle a fare da spettatori, sono alla ricerca di facili prede. L’alba infuocata accompagnata da un fumante caffè sono l’inizio di un’emozionante giornata di safari.
La jeep punta dritto dove nella notte si sono uditi i potenti ruggiti; gli occhi sono attenti ed i binocoli verso l’orizzonte, poi, l’esperta guida rallenta, e dall’erba gialla si vedono spuntare delle orecchie, e con timidi movimenti si alza in piedi una bellissima leonessa, seguita dai suoi cuccioli, che allegramente giocano con la coda della mamma.

Tutt’attorno si sente solo il rumore delle frenetiche macchine fotografiche che scattano all’impazzata prima che i formidabili felini si disperdano nel fitto della savana per riposare al fresco dell’ombra. Panorami mozzafiato e sconfinate praterie, fanno solo da cornice ad un paese dai mille volti.
Le dolci colline alle spalle di Città del Capo, ospitano il paradiso dei somelier;  nelle wineland, le vigne sono come  giardini, e le cantine molte in stile coloniale fanno rivivere esperienze di altri tempi. Sempre per rivivere la mitica era coloniale il lussuoso treno Rovos Rail solca le terre del Sud Africa, arrivando a toccare “il fumo che tuona” così Livingstone chiamò le spettacolari Cascate Vittoria.

Un salto nel futuro ci porta nel vivissimo Mall di Cape Town,il Victoria & Alfred Waterfront, nel quale non può mancare una squisita cena a base di pesce freschissimo ed una passeggiata tra i negozi ed i moli del porto.

Cape Town sorge fiera e schiacciata tra l’oceano e la Table Mountain, la montagna che la sovrasta e dalla quale si può godere di panorami unici e indimenticabili.

Il Sud Africa lascia un segno indelebile nel cuore di chi lo visita…

Rita Settimi, consulente di viaggi online Evolution Travel Italia

Leone
shadow
Lisbon falls
shadow
/ Idee di Viaggio / Tags:

Condividi questo Articolo