Malesia e le immersioni subacquee

Quando si parla di Malesia è inevitabile non parlare d’immersioni subacquee, pertanto voglio continuare citando qualche bella immersione che possiamo fare in questo splendido paese e più precisamente nel Borneo Malese.

L’isola di Sipadan, adesso chiusa al turismo ma dove fino al 2004 c’erano ben 3 resort per soggiornarvi, è sicuramente uno dei posti più belli al mondo dove fare immersioni. Da quando sono stati chiusi i resort le Autorità Locali del Parco Marino hanno contingentato gli accessi a un massimo di 120 subacquei al giorno. In virtù di questo per poter fare immersioni a Sipadan ad oggi l’unica soluzione è soggiornare in alcune isole Resort  tra queste ci sono Mabul e Kapalai che distano solo un paio di miglia da Sipadan. Stagione propizia per immergersi tra le sue acque è da aprile a ottobre compreso.

Un’immersione che considero tra le più spettacolari è sicuramente South Point. Normalmente si svolge in corrente e il più delle volte ci troviamo a essere spettatori di uno spettacolo della natura incredibile proprio dovuto alle forti correnti che la attraversano. Ovvero, banchi enormi di carangidi, vortici immensi di Barracuda, bellissimi Squali grigi e Squali pinna nera e, con un po’ di fortuna, anche gli Squali martello! il tutto che ti passa davanti come se stessi guardando un documentario della national geographic alla Televisione!!!

Tornando al resort, a Mabul si fanno alcuni tipi di immersione differenti dalle “pareti” di Sipadan, sono quelle che in gergo si chiamano “muck dives”, ovvero immersioni prevalentemente su fondali sabbiosi dove si vedono specie di creature molto particolari. Ad esempio, se si è dei subacquei con la vista “allenata” a determinati avvistamenti, oppure la guida subacquea è particolarmente brava (in queste zone lo sono praticamente tutte), può capitare di avvistare il famosissimo Pigmy Sea Horse, il quale può essere grande come un mignolo di una mano, ma addirittura anche essere, per alcuni tipi, grande quando mezza unghia!!! La difficoltà nell’avvistarlo, ed è proprio in questo che è richiesta una certa abilità e buone nozioni di biologia marina, sta nel fatto che si mimetizza su alcune piante o alghe assolutamente identiche al colore e alla fattezza del corpo, uno spettacolo davvero unico!!!

Walter Quintavalle, Consulente di viaggi online Evolution Travel Italia

Kapalai
shadow
Mabul Island
shadow
/ Idee di Viaggio / Tags: ,

Condividi questo Articolo