Quando andare in India: i periodi migliori

A differenza che per molti altri paese del mondo, alla domanda “Qual è il periodo migliore per un viaggio in India?” non si può rispondere in maniera univoca.
Non esiste, infatti, una fase migliore di un’altra: tutto dipende da quale regione si andrà a visitare. Il clima e l’area prescelta non sono gli unici fattori da considerare: come stiamo per scoprire, infatti, ci sono diversi eventi in India molto importanti che spesso fanno da sprone per organizzare il viaggio in un periodo piuttosto che in un altro.

 

Holi Fest in India

Holi Fest in India

L’India è un paese talmente esteso da presentare caratteristiche peculiari da zona a zona.
Di base, sono i fenomeni monsonici ad influenzare le condizioni meteo in India, sebbene le variazioni possono essere notevoli di città in città.
In generale, molti viaggiatori tendono ad escludere l’estate per le partenze, temendo afa e umidità elevate.

Prima di escludere del tutto alcuni mesi, però, sarebbe utile informarsi sulla località di proprio interesse e parlarne con un Consulente di viaggi esperto dell’India.
Un vero conosciutore di questo paese saprà indirizzare al meglio, soprattutto se si hanno le idee poco chiare o se, magari, si hanno le ferie solo in un determinato periodo dell’anno.
Ecco che un professionista saprà indirizzare al meglio verso la regione perfetta per il momento dell’anno desiderato.

 

I mesi migliori per un viaggio in India

Vediamo dunque dove dirigerci in base al periodo prescelto.

  • Se avete in mente di partire indifferentemente da gennaio a settembre, allora potreste concentrarvi sull’India del sud;
  • Se le possibilità di muoversi vanno da marzo ad agosto, è possibile considerare anche la zona più settentrionale dell’India.
  • In primavera ed estate – quindi da maggio a settembre – l’ideale sarebbe l’area del Kashmir e le montagne dell’Himachal Pradesh.
  • Per scoprire le principali località del Rajasthan e i suoi deserti val bene una visita da ottobre ad aprile, al massimo.
  • E per chi volesse concentrarsi su Delhi? Da settembre ad aprile.
  • La parte occidentale, con Goa, Gujarat e la zona del Maharashtra, sarebbero invece da visitare in un arco di tempo leggermente più ristretto: da settembre a febbraio.

Come si evince, l’India può essere visitata quasi in ogni momento dell’anno, a patto di ponderare bene le proprio scelte. Stiamo per scoprire anche un altro fattore che può influenzare la data di partenza… Continua a leggere dopo l’immagine!

Taj Mahal, uno dei simboli dell'India

Taj Mahal, uno dei simboli dell’India

 

Visitare l’India per partecipare alle feste

Questo straordinario paese è ricco di tradizioni antiche, di affascinanti rituali collettivi, di sacralità.
Viverne le sfumature più intense, partecipando a fiere, eventi manifestazioni in India, è certamente il miglior modo per riuscire a cogliere l’essenza di pura di queste terre e di questa gente.
Per questa ragione, oltre a considerare il clima quale fattore importante per stabilire la data di partenza, una buona idea potrebbe essere anche consultare una piccola guida agli eventi più importanti in India, per decidere quando andarci.

Dalla fiera di Pushkar all’Holi Fest, immergersi nelle ritualità indiane sarà parte integrante di un viaggio importante. Forse il più importante della tua vita.

 

Desideri che il tuo prossimo viaggio in India sia un’esperienza totalizzante, personalizzata e unica?
Lascia i tuoi dati qui in basso e riceverai una consulenza e un preventivo su misura per te!

 

Redazione Evolution Travel

 

Vuoi essere contattato, senza impegno, da un Consulente Evolution Travel per ricevere un’offerta personalizzata? Compila ora il modulo qui sotto!

 

/ Idee di Viaggio / Tags:

Condividi questo Articolo