Come si festeggia la Befana in Italia e nel mondo? Te lo dice Evolution Travel

Anche questo post sarà dedicato alle festività ormai alle porte, naturalmente con il nostro tocco da Consulenti di viaggio online: la redazione di Evolution Travel oggi vi accompagnerà alla scoperta delle tradizioni legate alla figura della Befana, in un tour virtuale nel mondo.

Qualche giorno fa abbiamo segnalato gli eventi dell’Epifania che si tengono in alcune città del nostro Paese. Sono manifestazioni organizzate sempre nei minimi dettagli, poiché molto attese e radicate nel sentimento popolare.
A dire il vero, è soprattutto in Italia che la figura della Befana è così tanto amata da grandi e piccini, mentre nel resto del mondo ha una rilevanza decisamente inferiore.
In alcuni casi, però, si festeggia quasi come dalle nostre parti: stiamo per scoprire dove e in che modo.

Nella vicina Francia il 6 gennaio non è un giorno festivo, tuttavia lo si ricorda ugualmente con una tradizione particolare: viene preparato un dolce tipico, all’interno del quale viene inserita un’unica fava.
Chi la troverà sarà il Re o la Regina di tutta la giornata!

Anche in Spagna la mattina del 6 gennaio è portatrice di regali per i bambini che, però, non vengono lasciati dalla Befana: in questo paese, infatti, i generosi benefattori sono i Re Magi. Per accoglierli nel migliore dei modi, i piccoli preparano – nella serata del 5 gennaio – biscotti e acqua vicino alla porta, così da dare ristoro ai tre generosi Re e ai loro infaticabili cammelli.

In Ungheria, invece, la tradizione è decisamente molto diversa: qui i bambini si travestono da Re Magi e vanno a bussare alle porte dei vicini. Recitando una filastrocca o una preghiera, portano “in processione” un piccolo presepe. Chi apre loro la porta, li accoglie con gioia e dona loro qualche soldino.
Qualcosa di molto simile accade anche in Romania, sebbene i piccoli non si travestano.

In Islanda il 6 gennaio è chiamato “tredicesimo giorno”, poiché appunto si tratta del tredicesimo giorno dopo Natale.
In questa giornata si svolge una meravigliosa fiaccolata che viene conclusa dall’arrivo di un Babbo Natale che – per concludere il periodo delle feste – saluta tutti e quindi archivia questo lungo periodo iniziato sin dall’Avvento.

Eccoci arrivati a questo punto in Russia, dove il 6 gennaio in realtà di festeggia il Natale, seguendo il calendario ortodosso.
L’attesa è davvero tanta tra i più piccini poiché in questa speciale nottata arrivano i doni portati da Padre Gelo.
Come facilmente intuibile, si tratta di un Babbo Natale tipico di queste parti che però non si fa aiutare da elfi e renne nella distribuzione dei regali.
Il barbuto e paffuto personaggio si reca di casa in casa accompagnato da Babushka, una simpatica vecchietta che ricorda proprio la “nostra” Befana!

“Paese che vai, usanza che trovi”: è proprio vero!
Ci piace immaginare di avervi accompagnati alla scoperta di queste tradizioni così preziose e da preservare.
Vorreste vivere in prima persona momenti magici e a tratti anche folkloristici? Perfetto: contattateci per organizzare in men che non si dica un viaggio in vista dell’Epifania!

Redazione Evolution Travel

Adorazione dei Magi - Giotto
shadow
Roma, Piazza Navona: qui arriva la Befana
shadow
Madrid nel periodo delle festività natalizie
shadow

Vuoi essere contattato, senza impegno, da un Consulente Evolution Travel per ricevere un'offerta personalizzata?

 

Condividi questo Articolo