Songkran, Capodanno thailandese: quando e come si svolge?

Ci sono periodi dell’anno in cui ritrovarsi in Thailandia è una vera fortuna! Succede quando, ad esempio, è il momento in cui la popolazione locale si prepara a vivere momenti di festa, come il Songkran, il Capodanno thailandese.

Impossibile non lasciarsi coinvolgere dal turbinìo di emozioni e di appuntamenti ai quali partecipano tutti: abitanti, viaggiatori, monaci…
Per poter vivere questa festa così tanto aggregante, occorrerà trovarsi in viaggio in Thailandia nel periodo di aprile e, per la precisione, dal 13 al 15: è in queste date che si svolge il Songkran.
Pur essendo tradizionalmente una festa religiosa, in tempi relativamente recenti ha assunto anche altri significati, diventando sempre più pagana.

Cosa si festeggia in occasione del Songkran?

Durante il Capodanno thailandese si festeggia l’inizio del nuovo anno buddista.
Tradizione vuole che ci si debba occupare anzitutto di pulire a fondo la propria casa, nel periodo della vigilia.
Successivamente ci si recherà in processione presso un tempio, portando doni ai monaci.
Il fulcro della simbologia di questa festa si vivrà nel pomeriggio quando, insieme ai pellegrini e ai monaci, si inizierà la cerimonia di pulizia delle statue di Buddha: con schizzi d’acqua, si procede a purificare tutto.
A seguire, ci si laverà le mani l’un l’altro, con acqua profumata. I più anziani, infine, vengono aiutati ad indossare abiti freschi e puliti, per poi pregare tutti al cospetto della statua, accendendo candele, incensi e ponendo fiori sugli altari.
Questa gentile ritualità, come già accennato, ha acquisito forme ben più pagane, trasformando il Songkran in un festival dell’Acqua.

 

Perchè l’acqua è presente nel Songkran?

La popolazione thailandese crede che l’acqua sia l’elemento migliore per aiutare ad allontanare la sfortuna, lavandola via.
Per questo motivo, sulla base del concetto di pulizia e di purificazione delle statue del Buddha nei templi, per le strade la festa assume tutt’altra sfumatura.
E’ nel tempo diventata l’occasione per dare vita a gioiose battaglie a suon di gavettoni, secchiate d’acqua e spruzzate vigorose.

 

Volenti o nolenti, se sarete in viaggio in Thailandia a metà aprile vi ritroverete del tutto zuppi di acqua: è il bello di questa festa!
Vale tutto: dai palloncini a cannucce di bambù, passando per pistole ad acqua, bacinelle, bottiglie, fino a costruzioni di “bazooka” per spruzzare quantità ben più ingenti di acqua.

 

Il consiglio è dunque di prendere parte sia alle cerimonie religiose che a quelle popolari in strada: nel rispetto del momento spirituale molto intimo e sentito, potreste accostarvi ad un tempio e osservare gesti calmi e calibrati, provando ad unirvi al raccoglimento dei credenti buddisti.
Al termine delle giornate di festa, potreste mangiare piatti tipici thailandesi nei tanti locali che, nel corso del festa del Songkran, propongono menù speciali per l’occasione.

 

Se avete voglia di vivere questo lato così gioioso di questo paese, chiedete consiglio ai Consulenti di viaggio Evolution Travel specialist della Thailandia: vi indicheranno i periodi e i luoghi migliori in cui poter trascorrere giornate indimenticabili in questa generosa terra!
Lasciate i vostri dati qui in basso per ricevere offerte personalizzate sulla base delle vostre richieste!

 

Redazione Evolution Travel

Battaglie di acqua durante il Songkran in Thailandia
shadow
Big Buddha nel Sukothai Historical Park, in Thilandia
shadow
Statua di Buddha a Sukhothai
shadow

Vuoi essere contattato, senza impegno, da un Consulente Evolution Travel per ricevere un'offerta personalizzata? Compila ora il modulo qui sotto!



/ Idee di Viaggio / Tags:

Condividi questo Articolo